PREMIO SPACE ECONOMY E SEMINARIO ASAS

Print Friendly, PDF & Email

Roma, 26 giugno 2014 – ASAS (con la partnership del Corriere delle Comunicazioni e Airpress) ha conferito all’Ing. Antonio Fabrizi il Premio Space Economy per l’anno 2013 nell’ambito di un evento che ha visto anche un interessante e partecipato Seminario sul Semestre di Presidenza italiana e le opportunità per il Settore Spazio.

La consegna del Premio a Fabrizi insieme ad Airpress e Corriere delle Comunicazioni

La consegna del Premio a Fabrizi insieme ad Airpress e Corriere delle Comunicazioni.

L’Ing. Fabrizi si è distinto per il lavoro svolto in ambito europeo e in particolare con il programma VEGA dell’Agenzia Spaziale europea (ESA), realizzando le condizioni per una presenza esemplare dell’industria nazionale nell’ambito di una iniziativa di successo nella quale Sistema Paese ed Europa hanno trovato un punto di convergenza e comune successo.

Il Seminario è stato introdotto dal Presidente Maurizio Fargnoli e ha visto le relazioni del Prof. Roberto Battiston, Presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana e del Min. Plen. Roberto Cantone, coordinatore per le politiche spaziali al Ministero degli Affari Esteri.

Fargnoli, Battiston e Cantone aprono i lavori del seminario.

Fargnoli, Battiston e Cantone aprono i lavori del seminario.

Nella sua introduzione il Presidente ASAS ha dichiarato “Bene Parmitano per la visibilità e il riconoscimento del settore Spazio, ma ora occorre dare un seguito concreto”. Secondo il presidente ASAS è infatti urgente un forte lavoro congiunto per rilanciare le attività spaziali, evidenziandone la centralità anche per una crescita complessiva del Sistema Paese in termini di eccellenza, di competitività e di occupazione, partendo proprio da una visione che inquadri l’Italia nel contesto Europeo.

Nel suo intervento il Prof. Battiston si è soffermato sulle evoluzioni del dibattito politico e istituzionale in materia di Politica Spaziale e sul necessità di migliorare, attraverso un maggiore coordinamento con le altre istituzioni, l’efficacia dell’Agenzia Spaziale nel Sistema Paese.

La relazione degli Affari Esteri ha completato il quadro, confermando un rinnovato interesse verso lo Spazio e aprendo le porte ad un confronto che ha visto gli interventi del mondo industriale, delle Università, delle Istituzioni di riferimento e del mondo politico con i contributi dei Senatori Tomaselli (PD) e Bocchino (Indipendenti) che si sono soffermati sul dibattito politico in materia di governance ASI e Politica Spazio.

web image07 BocchinoFabriziPuriTomaseliMargiotta

In platea i senatori Bocchino, Margiotta e Tomaselli; il Col. Puri e l’ing. Fabrizi.

L’ampia discussione con i partecipanti ha visto anche gli interventi dell’Ufficio del Consigliere Militare di Palazzo Chigi, dell’Agezia Industrie Difesa, di tutte le grandi industrie, ma anche le testimonianze sulla condizione delle PMI evidenziate dal Vice Presidente ASAS, Armando Orlandi.

ASAS, che da tempo è attiva nella valorizzazione dello straordinario potenziale delle Applicazioni e Servizi Spaziali verso il mercato e le istituzioni nazionali e locali, con questo evento ha voluto, ancora una volta, ribadire l’urgenza di un approccio nuovo, di Sistema, per la tutela e il rilancio di quella che è riconosciuta essere un’eccellenza italiana nel mondo.

Nella stessa mattinata, si è tenuta l’Assemblea dei Soci ASAS che, tra l’altro, ha rinnovato per il biennio 2014-2016 il mandato del Presidente Maurizio Fargnoli.