Assemblea generale ASAS: confronto sulle strategie di sviluppo del settore.

Print Friendly, PDF & Email

Si è tenuta a Roma il 25 giugno, l’Assemblea pubblica dell’associazione dedicata ad un confronto su “Strategia nazionale e programmi europei per la crescita del settore Spazio”.

Alla base del “dialogo” stimolato da ASAS la domanda: il “Sistema Spazio” italiano sarà in grado di fronteggiare le nuove sfide, vicine e lontane, che provengono da un mutato, ma promettente e stimolante, scenario internazionale ?

Il presidente dell’ASI, Prof. Roberto Battiston, il consigliere militare del Presidente del Consiglio italiano e referente della Cabina di regia per le attività spaziali, Gen. Carlo Magrassi e il Direttore dell’ESA per i programmi di navigazione Mr. Didier Faivre, ne hanno parlato nell’incontro presieduto dal presidente Maurizio Fargnoli.

Nel dibattito i relatori si sono confrontati indicando le strade da percorrere per potersi inserire con successo nel mutato scenario  ed analizzando i cambiamenti nella “governance” in Italia ed Europa necessari per migliorare la competitività del sistema nazionale ed europeo.

Il momento recessivo appare superato e si può iniziare a programmare il futuro con maggiore fiducia evitando di ripetere errori del passato. Occorre coinvolgere maggiormente nella pianificazione delle future attività spaziali, ha sottolineato il Presidente dell’ASI, tutte le componenti attive incluse quelle che operano direttamente o indirettamente come utenti nel settore spaziale: istituzioni nazionali e locali, industria, enti accademici e centri di ricerca. Tra le principali iniziative in questa direzione, come ha ricordato il Generale Magrassi, l’attività della Cabina di regia e la prossima costituzione del Comitato interministeriale, previsto dalla legge di riforma, che cambia radicalmente l’approccio nazionale alla pianificazione della politica spaziale.

Non è mancato un momento di riflessione sulle piccole e medie imprese che, come ha sottolineato il vice presidente ASAS, Armando Orlandi, scontano ancora il trascinamento della fase di crisi generale dell’economia nazionale, con le pericolose aggravanti del difficle accesso al credito e dell’assenza di una seria revisione di regole e procedure specifiche.

—–

Nella mattinata si era tenuta la sessione privata dell’Assemblea, che ha visto, tra l’altro, il rinnovo del Comitato direttivo ASAS per il biennio 2015-2017 con l’elezione dei consiglieri: Aragno, Caltabiano, Corini, Dalla Chiara, Grazi, Marigliano, Orlandi, Valente.