Intervista a GM Spazio

Print Friendly, PDF & Email

GMSPAZIO è una PMI laziale che opera dal 2005 nel settore della difesa, dello spazio, della Homeland Security e nell’ICT. L’azienda realizza soluzioni dedicate alla gestione integrata di Scenari di Simulazione Sintetica per la Difesa e le Industrie Aerospaziali afferenti ai domini dello spazio, della terra e del mare. GMSPAZIO conta 6 dipendenti per un fatturato 2015 di oltre 1,2 milioni di euro.

·  Quali sono i principali progetti in corso o terminati di recente?

Di recente abbiamo terminato dei progetti di Space Surveillance & Tracking e Missile Defense Analysis per il Ministero della Difesa Italiano. In passato abbiamo collaborato alla realizzazione del software di tracciamento in te,po reale della sala di controllo veicolo sperimentale ESA-IXV presso la Altec di Torino, a cui abbiamo fornito il TPVT, un software per la gestione e il controllo della missione. Inoltre lavoriamo con i principali player spaziali italiani, come ELV, Telespazio e Thales Alenia Space. Con l’ASI abbiamo recentemente collaborato con il progetto pilota SIGRI (Sistema Integrato per la Gestione del Rischio Incendi), finalizzato alla gestione del rischio incedio tramite i dati satellitari.

·  L’azienda è presente sui mercati esteri?

GMSPAZIO opera anche in 9 paesi europei, tra cui Spagna, Portogallo, Grecia, Svizzera, Germania, Slovenia,  Austria, Repubblica Ceca e Polonia.

· Quali sono stati gli strumenti (pubblici o di terze parti) che l’azienda ha utilizzato durante la sua crescita? Questi strumenti sono stati in alcuni casi un limite o un problema per l’azienda?

Abbiamo utilizzato gli strumenti collaterali alla nostra capacità di business. Tempo addietro abbiamo utilizzato per alcuni progetti innovativi nell’ambito dei sistemi SAPR il suppirto economico di realtà regionali come FILAS, poi divenuta Lazio Innova. Tale fusione si è rivelata funzionale per gli aspetti di integrazione ecoordinamento mentre abbiamo trovato molte difficoltà nelle parte di consuntivazione a causa di assenza di risposte per tempi estremeante lunghi se paragonati alle tempistiche dei mercati high-tech in cui operiamo. Inutile poi rimarcare che la tassazione sulle aziende risulta ancora troppo elevata per favorire una vera ripresa dalla crisi econmica nazionale.

·  Qual è il modello di sviluppo dell’azienda a medio termine? (Rimanere sub, diventare prime, specializzazione)

Due anni fa eravamo distributori di un solo software in du epaesi Europei. Oggi distribuiami propoddti realizzati da noi e prodotti di cibnque marchi stranieri in dieci paesi Europei. Contiamo di proseguire nelle nostre politiche di sviluppo di soluzioni software proprietarie da affiancare ai prodotti attualmente distribuiti per conto terzi al fine di consolidare sia la nostra capacità produttiva interna sia la presenza su mercati esteri.