Tag Archive for Beni culturali

Spazio e Beni culturali

Roma, il 15 settembre 2015. Presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MIBACT) a via del Collegio Romano 27, si è svolto il workshop “Tecnologie applicative e servizi aerospaziali a supporto del Patrimonio culturale” promosso da ASI e MIBACT e realizzato con la collaborazione di ASAS e ISCR.

L’evento mira a favorire il confronto tra gli operatori del mondo dei Beni Culturali – che rappresentano per il nostro Paese una straordinaria ricchezza da tutelare e salvaguardare – e quelli delle Tecnologie Spaziali: due settori in cui l’Italia detiene una consolidata posizione di riferimento.

L’obbiettivo è dunque evidenziare le potenzialità ed i vantaggi che tale sinergia sarà in grado di apportare per una migliore conservazione, valorizzazione e fruizione del patrimonio artistico e per una più forte presenza del Sistema Nazionale negli scenari europei e internazionali.

Ai lavori del workshop, aperto dal presidente ASAS, Fargnoli, insieme al presidente ASI, Battiston e al Segretario generale del MiBACT, Recchia, prendono parte i massimi protagonisti del settore sia in rappresentanza delle istituzioni che del mondo delle imprese.

Annuncio Stampa TECNOLOGIE AEROSPAZIALI E BBCC

Programma dei lavori

9:30 – 10:00         Saluti istituzionali

10:00 – 10:20       Introduzione ai lavori

10:20 – 11:10        Lo Scenario – Interventi ISCR, ISPRA, CNR-ISAC

11:30 – 13:30        Tecnologie innovative, programmi funzionali e collegamenti con l’utenza di settore – Interventi CNR-IRISS, ASI, ESA-ESRIN, Commissione Europea, Comitato H2020, ISPRA

14:30 – 15:15        Tematiche specifiche del settore – Interventi CNR-IMAA, ISPRA, ENAV

15:30 – 17:00       Tavola rotonda conclusiva

Workshop “WHERE”

Su cortese segnalazione di Nais-Nextant:

Il 29 Novembre, su iniziativa del MIBAC e di Nextant si è tenuto il WorkShop “WHERE: World HEritage monitoring by Remote sEnsing”. Il progetto WHERE è focalizzato a dimostrare un servizio operativo per il monitoraggio dei siti archeologici presenti nelle aree urbane, a costi contenuti e basato sulle immagini satellitari provenienti dai sensori ottici e radar.