Tag Archive for pmi

Bando Spazio nel Lazio

Presentato nuovo bando regionale da 7.920.000 euro (fondi Por Fesr 2014-2020), a sostegno del riposizionamento competitivo dei sistemi imprenditoriali locali dei settori Aerospazio e Sicurezza, scritto sulla base del percorso partecipato realizzato con la Call for Proposal e con gli Stati generali dell’Industria del Lazio.

Con pubblicazione prevista il 22 novembre, il bando sarà gestito da Lazio Innova ed è destinato a Pmi, ai liberi professionisti, grandi imprese e organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza.

 

L’obiettivo è agevolare l’uso per fini industriali della tecnologia aerospaziale e favorire il riposizionamento delle imprese e lo sviluppo delle filiere, rafforzando la competitività del tessuto produttivo laziale negli ambiti tematici dell’ Aerospazio e Sicurezza, attraverso il sostegno di progetti imprenditoriali realizzati da imprese, singole e associate.

 

Sono previste due modalità di partecipazione: i progetti semplici, che possono essere presentati con procedura “a sportello” dal 15 dicembre 2016 al 16 febbraio 2017, e i progetti integrati, che possono essere presentati dal 13 dicembre 2016 al 31 gennaio 2017 e saranno finanziati con procedura “a graduatoria”. Anche per questo bando derivante dalla Call for Proposal, come per i due precedenti (Mobilità sostenibile e Life 2020), non sono previsti vincoli alla partecipazione tramite i codici Ateco ed è aperto a tutte le imprese.

ISD: ESA Industry Space Days

La sesta edizione ISD, organizzata dall’ufficio ESA per le PMI, si terrà a Noordwijk, in the Netherlands il 20, 21 and 22 September 2016.

La quota di iscrizione per le PMI spaziali è “offerta” da ESA ed è possibile acquisire un desk (first in first served) a 690 euro.

Iscrizioni tassative entro il 31 luglio.

Info a questi link:

ISD 2016: Industry Space Days

In 2016, buyers from international Space Agencies and space companies that have technological needs for their projects that require a high technical competences and products are warmly invited to visit our industry in the heart of the European Space Agency, its technological centre ESTEC in Noordwijk, the Netherlands, where qualified, innovative and exceptional companies will show their products.

Industry Space Days

Industry Space Days Industry Space Days (ISD) are organised by ESA to bring together the main European players in the space sector. Their main purpose is to increase the involvement of SMEs in space activities and to foster cross-fertilisation between the different actors in the entire space sector.

 

Guida sulle agevolazioni per le imprese

L’Handbook raccoglie tutte le agevolazioni attualmente fruibili dalle imprese, suddivise in quattro macro-aree di intervento (sostegno alla competitività, sostegno all’innovazione, efficienza energetica, internazionalizzazione) e un focus speciale sulle startup e PMI innovative.

ACCEDI AL SITO MISE

Dati COSMO per le PMI

ASI ha confermato per il 2016 il Bando Open Call per Piccole e Medie Imprese interessate all’utilizzo dei dati COSMO-SkyMed per la realizzazione di applicazioni, prodotti e servizi innovativi.

Il nuovo testo prevede la possibilità di richiedere anche dati di archivio oltre a dati derivanti da nuove acquisizioni.

VAI AL SITO ASI

 

Copernicus User Forum e le PMI

Il 25 novembre a Roma, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si è tenuto il Workshop “Dai Servizi Core allo User Up-take – Potenzialità di Downstream ed Upstream per la PMI”, evento finalizzato alla condivisione di informazioni a supporto del posizionamento della PMI nazionale nell’ambito dei Servizi di downstream afferenti al Programma Copernicus.

ASAS, per voce del presidente Fargnoli, ha segnalato che se si vuole perseguire l’obiettivo dello sviluppo e consolidamento di imprese che operino su servizi a valore aggiunto occorre puntare sulle le PMI, che sono “naturalmente” più adatte a questo approccio e meglio distribuibili sul territorio. Ricordando al contempo la debolezza del tessuto PMI nel territorio nazionale e l’assenza dei necessari “prerequisiti” per una loro crescita, ossia:

•Garanzia della disponibilità di utilizzo delle infrastrutture/risorse spaziali e certezza /semplicità delle regole di accesso;
•Standardizzazione e certificazione dei processi e dei dati;
•Accesso a forme di finanziamento articolate e agevolate  (considerando la ridotta disponibilità per processi di autofinanziamento);
•Creazione di uno scenario competitivo equo e trasparente;
•Concertata semplificazione delle procedure burocratiche;
•Sviluppo di “contesti ambientali” favorevoli (programmi territoriali);
•Armonizzazione delle iniziative nazionali negli ambiti di mercato “globali”, a partire da quello Europeo;
•Sviluppo di sinergie nella catena del valore verso l’utente finale (connessione con servizi innovativi e terziario avanzato).

http://www.isprambiente.gov.it/it/events/dai-servizi-core-allo-user-up-take-potenzialita-di-downstream-ed-upstream-per-la-pmi

Seal of excellence

La Commissione europea ha lanciato un marchio di eccellenza per accrescere la qualità dei finanziamenti regionali alla ricerca.

L’iniziativa consentirà alle regioni di riconoscere il marchio di qualità assegnato a progetti promettenti, che abbiano ottenuto un alto punteggio anche in assenza del finanziamento.

Nella fase pilota il “marchio di eccellenza” sarà assegnato innanzitutto ai progetti presentati da piccole e medie imprese nel quadro dello “Strumento per le Pmi di Orizzonte 2020”, per poi estendersi ad altri settori dello stesso programma.

INFO A
http://ec.europa.eu/research/regions/index.cfm

Assemblea generale ASAS: confronto sulle strategie di sviluppo del settore.

Si è tenuta a Roma il 25 giugno, l’Assemblea pubblica dell’associazione dedicata ad un confronto su “Strategia nazionale e programmi europei per la crescita del settore Spazio”.

Alla base del “dialogo” stimolato da ASAS la domanda: il “Sistema Spazio” italiano sarà in grado di fronteggiare le nuove sfide, vicine e lontane, che provengono da un mutato, ma promettente e stimolante, scenario internazionale ?

Il presidente dell’ASI, Prof. Roberto Battiston, il consigliere militare del Presidente del Consiglio italiano e referente della Cabina di regia per le attività spaziali, Gen. Carlo Magrassi e il Direttore dell’ESA per i programmi di navigazione Mr. Didier Faivre, ne hanno parlato nell’incontro presieduto dal presidente Maurizio Fargnoli.

Nel dibattito i relatori si sono confrontati indicando le strade da percorrere per potersi inserire con successo nel mutato scenario  ed analizzando i cambiamenti nella “governance” in Italia ed Europa necessari per migliorare la competitività del sistema nazionale ed europeo.

Il momento recessivo appare superato e si può iniziare a programmare il futuro con maggiore fiducia evitando di ripetere errori del passato. Occorre coinvolgere maggiormente nella pianificazione delle future attività spaziali, ha sottolineato il Presidente dell’ASI, tutte le componenti attive incluse quelle che operano direttamente o indirettamente come utenti nel settore spaziale: istituzioni nazionali e locali, industria, enti accademici e centri di ricerca. Tra le principali iniziative in questa direzione, come ha ricordato il Generale Magrassi, l’attività della Cabina di regia e la prossima costituzione del Comitato interministeriale, previsto dalla legge di riforma, che cambia radicalmente l’approccio nazionale alla pianificazione della politica spaziale.

Non è mancato un momento di riflessione sulle piccole e medie imprese che, come ha sottolineato il vice presidente ASAS, Armando Orlandi, scontano ancora il trascinamento della fase di crisi generale dell’economia nazionale, con le pericolose aggravanti del difficle accesso al credito e dell’assenza di una seria revisione di regole e procedure specifiche.

—–

Nella mattinata si era tenuta la sessione privata dell’Assemblea, che ha visto, tra l’altro, il rinnovo del Comitato direttivo ASAS per il biennio 2015-2017 con l’elezione dei consiglieri: Aragno, Caltabiano, Corini, Dalla Chiara, Grazi, Marigliano, Orlandi, Valente.

 

Protetto: Fondo crescita sostenibile: nuovi bandi

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

COSMO-SkyMed per la Scienza e le PMI

L’Agenzia Spaziale Italiana mette per la prima volta a disposizione in modo gratuito set completi di rilevazioni della costellazione di quattro satelliti radar COSMO-SkyMed (CSK).

Sono state infatti pubblicate oggi due (25 febbraio) specifiche ‘Open Call’ rivolte rispettivamente alla comunità scientifica – nazionale e internazionale – e al settore privato nazionale delle Pmi, Start-up e Spin-off universitari.

Info a questo link: http://www.asi.it/it/news/cosmoskymed_per_la_scienza_e_le_pmi

Testo dell’avviso dedicato alle PMI

Fondo garanzia per le PMI, anche microcredito

Disciplinate le modalità di concessione della garanzia su finanziamenti, destinati alla microimprenditorialità, concessi dai soggetti abilitati allo svolgimento dell’attività di microcredito, iscritti nell’apposito elenco tenuto dalla Banca d’Italia. È stata inoltre istituita una “riserva” annuale delle risorse ordinarie del Fondo fino a un massimo di 30 milioni di euro. In favore del microcredito, il Fondo potrà utilizzare, oltre alle risorse della riserva, anche quelle derivanti dai versamenti volontari di enti, associazioni, società o singoli cittadini, effettuati grazie alla norma varata nel 2013, attualmente pari a circa 7,4 milioni di euro.

Le novità sono state introdotte con decreto del Ministro dello sviluppo economico del 24 dicembre 2014, pubblicato nellaGazzetta Ufficiale n. 27 del 3 febbraio 2015. L’avvio della operatività dell’intervento è fissata a partire dal giorno successivo a quello della pubblicazione delle disposizioni operative del Fondo nel sito istituzionale www.fondidigaranzia.it

Il fondo di garanzia delle PMI

Istituito con Legge n. 662/96 (art. 2, comma 100, lettera a) e operativo dal 2000, favorisce l’accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica che si affianca e spesso si sostituisce alle garanzie reali portate dalle imprese. Rivolgendosi al Fondo, pertanto, l’impresa non ha un contributo in denaro, ma ha la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive (e quindi senza costi di fidejussioni o polizze assicurative) sugli importi garantiti dal Fondo.

fonte: Ministero dello Sviluppo Economico

http://www.governo.it/Notizie/Ministeri/dettaglio.asp?d=77841