Ultime news ASAS

Ha avuto luogo il 17 marzo 2023 l'annuale incontro tra gli Addetti Militari designati all'estero e le rappresentanze dell'industria dell'Aerospazio e della Difesa, nell'ambito del programma formativo procurement rivolto agli Ufficiali, organizzato dal Segretariato Generale della Difesa e Direzione Nazionale degli Armamenti.

ASAS ha partecipato con una rappresentanza di aziende associate che hanno presentato agli Ufficiali competenze e capacità tecnologiche nel settore Difesa.

A illustrare lo stato dell’arte agli Addetti Militari sono stati gli stessi rappresentanti delle PMI invitate:

Daniele Del Cavallo ha illustrato i campi di azione dell’azienda Serco Italia, che spaziano dal settore difesa, immigrazione e difesa dei confini Nazionali, alla tutela del cittadino.

Laura Tonin (Tyvak International) ha parlato dei servizi offerti della sua azienda nel comparto del servizio legato ai satelliti che comprende quindi l’intero pacchetto dall’avvio dell’intermediazione, ai servizi di integrazione e l’avvio alle operazioni di ascesa.

Susannah McGuire ha portato la testimonianza della crescita di Axipiter, una realtà nel campo spaziale che si è particolarmente specializzata nei servizi di downstream, creando peraltro una rete di partnership capace di moltiplicare il know-how a disposizione dei clienti.

Filippo Gemma (GMSpazio) ha infine puntato l’attenzione dei suoi interlocutori sulla gamma di servizi fornita dalla sua impresa, volta al rilevamento e all’analisi di difesa delle ultime capacità di valutazione dei rischi inerenti la missile defense o alla gestione degli asset strategici spaziali, ormai fondamentali anche in ambito civile, oltre che in quello militare.

L’ingegner Gemma, Responsabile ASAS Rapporti con SegreDifesa, ha avuto il piacere di presentare l'associazione ai Militari Addetti presso l'estero.

Dichiara il presidente di ASAS, Silvano Casini: “ L’importanza del settore spazio è evidente. E' di ausilio al sistema Difesa con tecnologie e servizi per l’Aerospazio, la Difesa e la Sicurezza Nazionale (Homeland Security). ASAS lavora per supportare l'inserimento dei suoi associati in una rete di piccole medie e grandi imprese a livello nazione e internazionale".

                              

                                   

                                                   

 

15 Febbraio 2023 | Numerosi i temi emersi durante il webinar “Proposte di indirizzo per una strategia nazionale di posizionamento e sviluppo delle PMI del settore spaziale”, organizzato da ASAS e avvenuto alla presenza di istituzioni, imprese e qualificati relatori.

Il momento di confronto ha preso le mosse dal position paper sulle politiche industriali di ASAS: lo scopo dichiarato è quello di creare un circolo virtuoso che possa far decollare nella sua spirale l’intera filiera spaziale, anche e soprattutto davanti ai crescenti risvolti di alto valore strategico per il campo delle comunicazioni, della Difesa e dell’ambiente, solo per citare i più attuali. Il documento ASAS prende lo spunto proprio dalle parole del Ministro Adolfo Urso in occasione della Ministeriale ESA avvenuta a Parigi nel novembre scorso, durante la quale è risuonato l’impegno del Governo a sostenere le PMI.

Ed ecco allora il webinar: numerosi i partecipanti, fra imprese, istituzioni e qualificati relatori che hanno portato i loro contributi.

In apertura il Generale di Corpo d’Armata Franco Federici, Consigliere militare presso la Presidenza del Consiglio, ha portato i saluti del Governo, mentre una prima analisi delle linee strategiche del documento ASAS è stata tracciata da Diego Malcangi, giornalista di Euronews. A seguire le esperienze di grande spessore portate alla platea dalle imprese del settore:

IL RUOLO DELLA SOCIETÀ A PARTECIPAZIONE ESTERA

Veronica La Regina (Ceo di Nanorack) : “Si deve creare un ecosistema favorevole all’attrazione di capitali, affinché si cambi il modo di fare spazio. Nella partecipazione ai programmi nazionali, si potrebbe aumentare la valenza politica permettendo delle cooperazioni con società a partecipazione straniera localizzate sul territorio italiano. L’Italia ha una lunga tradizione di collaborazione con gli Stati Uniti sicuramente tutto questo dovrà essere rinnovato nell’impegno delle nuove attività che l’Italia inizia ad intraprendere”

NECESSARIO IL SUPPORTO ALLE PMI, NON ECONOMICO MA STRATEGICO.

Guido Arista (Ceo di Elital): “ La grande impresa non è in discussione perché ha ruolo determinante, ma in discussione è la piccola e media impresa per la considerazione che si ha delle stesse in questo mercato. Bisogna bilanciare le responsabilità anche delle associazioni come Asas che in questo momento sta promuovendo la collaborazione tra gli iscritti. Si dovrebbe fare la stessa cosa con i cluster creati perché le PMI sono parte di un mercato in evoluzione. La strategia nazionale è determinante e quindi è necessario per le istituzioni comprendere l’importanza delle piccole e medie imprese. Il supporto che si chiede non è di tipo economico, il supporto è di carattere strategico, di snellimento della burocrazia” .

NEW SPACE ECONOMY? PARLIAMO DI FAST SPACE ECONOMY

Davide Rossetti (Nurjanatech): “Parliamo di new space economy invece sempre più spesso sentiamo parlare di fast space economy e velocità di esecuzione che è ormai talmente determinante da poter discriminare un’azienda rispetto ad un’altra nel poter raggiungere un contratto con i clienti. Dobbiamo essere veloci come aziende nel fare forti alleanze con aziende estere di pari dimensioni per poter essere competitivi nel creare ecosistema”.

PMI ARCHITRAVE DELL’ECONOMIA ITALIANA

Roberto Tartaglia Polcini (Ceo di Mapsat): “c’è miopia nel preservare i meccanismi che non erano sufficienti neanche in tempo di pace, le PMI a prescindere dal settore in cui operano, sono l’architrave dell’economia italiana. Si deve far crescere un tessuto territoriale di piccole realtà”.

Il Presidente Silvano Casini esprime quindi soddisfazione per il livello dell’evento: “Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti e quelli che ci hanno ascoltati, perché il quadro che emerge è di una grande vitalità delle piccole e medie imprese. Il nostro è un comparto che ha idee, competenze ed esperienze in grado di rispondere alle sfide del mercato internazionale spaziale, ma troppe volte le nostre piccole e medie imprese si scontrano con burocrazia e sfiducia, ostacoli del tutto sconosciuti ai competitor del resto d’Europa. Ci auguriamo che un governo che pone attenzione sul made in Italy e più in particolare sul tessuto produttivo sappia ascoltare le indicazioni che stanno emergendo. Sarà un mio preciso impegno portare le istanze sollevate in questa occasione fino ai massimi livelli per dare il via ad una vera rivoluzione formativa nel sostenere chi fa impresa in questo delicato e promettentissimo settore”.

Leggi il  POSITION PAPER ASAS "Proposte di indirizzo per una politica industriale per le PMI spaziali italiane"

Leggi il Comunicato stampa

CONTRIBUTI VIDEO



RASSEGNA STAMPA:

  • Spazio: perchè il governo non deve trascurare le PMI – Start magazineclicca qui
  • Asas: In Italia modello obsoleto - Space Economy 360clicca qui
  • Presentata la proposta di Asas per le piccole e medie imprese - L'Indro - clicca qui 
  • Casini: PMI settore chiedono al governo meno burocrazia e più fiducia - Adnkronosclicca qui
  • Il governo adotti una politica per le PMI dello Spazio - Space Economy 360clicca qui

     

Martedì 8 novembre 2022, dalle 9:00 alle 12:00, si terrà una sessione informativa sul Service Segment di IRIDE, il Progetto Italiano di Osservazione della Terra del PNRR, organizzata dall'Integrated Project Team ESA-ASI del Programma IRIDE.

L'evento è rivolto agli operatori economici italiani interessati, con particolare attenzione al Service Segment.

La sessione tratterà i seguenti punti:

  • Obiettivi e organizzazione del progetto;
  • Panoramica del sistema;
  • Panoramica del Service Segment;
  • Principi e tempistica del Procurement;
  • Q&A.

L'evento si svolgerà in modalità ibrida, presso le sedi ESA-ESRIN e da remoto tramite link che verrà fornito agli iscritti.
Per partecipare è necessario iscriversi inviando una email a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. (Oggetto: Iscrizione IRIDE Info Day) entro e non oltre venerdì 4 novembre 2022 alle ore 12:00.

QUI la presentazione e agenda dell'evento.

Un preciso appello che non poteva essere ignorato quello lanciato ieri sera dal Presidente ASAS Silvano Casini alla trasmissione “Confronto libero”, sulla questione della Ministeriale ESA che si terrà a Parigi il 22 e 23 Novembre.

Dalla platea televisiva infatti la notizia del campanello d'allarme sulle relazioni Italia-Francia in tema di investimenti dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA) si è presto spostato sulla stampa, non solo specializzata, che ha ripreso ampi stralci del dibattito andato in onda.

Ieri sera a “Confronto libero”, condotta dal dottor Giovanni Macrì su Telelombardia, si è dipanata la vicenda sull’asse spaziale Franco - Tedesco, Ministeriale ESA, il ruolo delle PMI ed il tanto atteso lanciatore francese Ariane 6 in programma dal 2020.

Su questi importanti temi di politica spaziale, con il Presidente Silvano Casini si sono confrontati personaggi illustri quali il direttore di Libero Alessandro Sallusti, il professor Mario Scaramella (docente master MARTE dell’Università di Bergamo), Luca Procaccini (coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia) e Diego Malcangi (giornalista per Euronews).

«Il lanciatore pesante Ariane 6 al termine dei lavori avrà un costo alto e sarà fuori mercato» ha affermato Casini il quale, in perfetto tandem con il direttore Sallusti, ha fatto notare che l’Italia in quanto a ricerca ed esperienza spaziale  possa vantare sistemi di upstream (infrastrutture spaziali, satelliti, vettori ecc..) e downstream (dati raccolti nello spazio per essere di impiego sulla Terra) che non è seconda a nessuno in Europa.

Leggi il: COMUNICATO STAMPA ASAS

ARTICOLI USCITI

EURONEWS

https://it.euronews.com/2022/11/12/italia-francia-dopo-i-migranti-lo-spazio-il-prossimo-conflitto-tra-i-due-big-europei

SPACEECONOMY360.IT

https://www.spaceconomy360.it/industria-spaziale/fondi-esa-lasas-al-governo-meloni-tutelare-le-aziende-italiane/

FTAONLINE.COM

STYLO24.IT

https://www.stylo24.it/casini-agenzia-spaziale-europea-non-si-penalizzi-le-aziende-italiane/


Segnaliamo che sono aperte le iscrizione al

Master in Business Administration: Innovation processes in
information\ communication intelligence & national security sectors

MBA: Processi di innovazione nei settori della intelligenza delle informazioni \ comunicazioni e della
sicurezza nazionale”

organizzato da Capri-Campus, con il patrocinio dell’ Ordine dei Giornalisti della Campania e delle federazioni specialistiche di Confindustria nazionale: Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Inforav e ASAS Associazione per i Servizi, le Applicazioni e le Tecnologie ICT per lo Spazio

Il Master in Business Administration è articolato su un calendario di lezioni in presenza e da remoto, con seminari e percorsi di internship e stage, che si terranno presso la prestigiosa sede del Capri Campus sull’isola di Capri, presso Confindustria CSIT in Roma e presso i laboratori del Campus
in Costa Smeralda e in altre sedi all’estero, in collaborazione con i partners di Capri Campus negli USA, Regno Unito, Francia, Spagna, Belgio, Grecia ed altri paesi, dove gli studi avanzati saranno approfonditi con periodi di visita presso le società ed università collegate secondo percorsi individuali definiti sulla base della scolarità, esperienza e degli obiettivi dei candidati.

Il Master sarà rivolto agli avvocati, ai giornalisti e professionisti iscritti negli albi, ai laureati nelle discipline afferenti ai temi di studio, ed anche agli imprenditori operanti nei settori innovativi della industria e dei servizi, sia italiani che stranieri.

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 ottobre 2022. Per informazioni ed iscrizioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

- Programma Master e Modalità di iscrizioni

- Presentazione Corso

Visita il sito di Capri-Campus